Mario  Corona
 (miniaturista calligrafo)

Nato a Sora (Fr), ha visto nascere spontaneo dentro di se, giorno dopo giorno, il suo amore per la scrittura. Con un lavoro da certosino, lento e meticoloso ha impegnato il suo tempo libero nel perfezionare sempre di più questa passione, nata quasi per gioco, ma che ora permette di ammirare tante sue opere di notevole valore artistico.

Questo amore per la scrittura e la disponibilità a trasmettere attraverso l'insegnamento ai giovani i segreti di quest'arte, lo portano a fondare e dirigere a Sora, la Scuola dell'Arte della Scrittura Amanuense. 

L'intento di questa iniziativa è quello di mantenere viva nella tradizione territoriale quest'angolo di storia e di cultura che gli uomini di oggi non possono permettersi di lasciar morire.  

Alcune opere realizzate:
 
La cittadinanza onoraria della Città di Arpino a GIUSEPPE BONAVIRI per il Premio Pirandello della Prosa 1996.
 
Mostra stemmi dei Vescovi della Diocesi SORA-AQUINO-PONTECORVO nella Chiesa di S. Restituta in Sora, nella 1° Giornata della Scrittura Amanuense.
 
La stesura degli attestati per i premi alla carriera consegnati a Rieti a diversi artisti di fama mondiale, attori, lirici e musicisti.
 
Ha partecipato alla Mostra Documentaria della famiglia Gallio di Alvito, esponendo stemmi e cronistoria dei vari comuni della Valle del Liri.
 
Trascrizione di "Pagine di Storia" con scritti di Marco Tullio Cicerone.
 
L'Albero Genealogico della famiglia Antonio Valente architetto e scenografo.
 
La stesura dei documenti relativi alla firma dei Patti di Gemellaggi tra le città di Sora Vaughan (Canada) e di Athis Mons (Francia).
 
Per conto della Lega Bene Culturali Nazionale di Roma (di cui è socio) ha partecipato a Villa Spada ad una selezione per una prima Biennale di Arte Visiva da tenersi a Parigi.
 
Ha partecipato alla mostra collettiva che si è tenuta a Roma presso l'Antica Pharmacopea del Colleggio Romano nella Chiesa di S.Ignazio di Loyola
 
L'opera di Mario Corona

Non è facile definire e classificare l'attività artistica di Mario Corona per la novità della sua arte, che esce fuori dagli schemi tradizionali e costituisce un unicum nel suo genere e nel panorama della pittura (se di pittura si tratta) contemporanea.

Egli, infatti, ci propone la stupenda scrittura gotica dei codici antichi in una forma elegantissima di chiara lettura moderna, in cui riesce a sintetizzare perfettamente scioltezza di stile, sicurezza di esecuzione e precisione di tratti.

Tecnica di esecuzione non comune quindi, non priva di originale inventiva, caratterizza le opere di questo artista che emanano un fascino tutto particolare anche per i tocchi coloristici, equamente dosati e distribuiti, che illuminano, quasi miniature, le sue pagine, frutto di amorosa dedizione, intensa passione e grande discrezione.

Padre Alessandro
Abbazia di Casamari

   Modulo di richiesta informazioni

  
 

 

 

L'artista al lavoro

Alcune opere

 Altri articoli:

    la storia e l'arte
        dell'amanuense

  
     
  

  Inizio Pagina

Stampa questa pagina  stampa questa pagina